In Scozia e Francia nuove strategie per combattere la sedentarietà

1 miglio al giorno contro l'obesità

Immagine: da Repubblica.it

Il problemi socio-sanitari più gravi degli ultimi anni è sicuramente la sedentarietà, che ha portato alle così dette “malattie del 3° millennio” come obesità, diabete, sindrome metabolica, aumento dei problemi cardiocircolatori.

Se la causa maggiore di queste patologie è la mancanza di movimento, quale può essere la strategia per evitarlo?

Muoversi!!!

Esatto la ricetta che ogni medico dovrebbe dare è quella di fare movimento, vivere una vita il più possibile attiva e magari dedicarsi ad un’attività sportiva. Ciò dovrebbe iniziare il prima possibile, già da bambini, in quanto l’attività fisica più che una cura per una patologia già esistente è la miglior prevenzione.

Due notizie, trovate oggi sul quotidiano nazionale Repubblica.it, di due interessanti iniziative che Scozia e Francia stanno portando avanti per favorire il movimento.

 

Un miglio al giorno. La ricetta della scuola scozzese contro l’obesità

È questo il titolo dell’articolo trovato sul Repubblica.it. Ecco l’articolo completo.

L’iniziativa è nata 3 anni fa alla St Ninians, istituto scolastico della cittadina di Stirling (Scozia), dove ogni giorno ad un orario prestabilito tutti i bambini della scuola primaria (che ospita bambini tra i 5 e gli 11 anni) escono, con qualsiasi condizione climatica (a parte quelle estreme) per camminare/correre la distanza di 1 miglio (1600 metri circa) intorno alla scuola.

L’attività, nella quale il bambino è libero di alternare corsa e camminata, toglie alle attività didattiche soltanto 15′ al giorno, ma con un grande vantaggio psicofisico, infatti come si legge nell’articolo originale nella scuola St.Ninians nessun bambino soffre di obesità infantile ed inoltre si sono notati notevoli benefici anche sulle attività didattiche, tanto che gli insegnanti hanno potuto notare una maggiore concentrazione ed un più alto rendimento scolastico generale da quando è partita l’iniziativa.

L’iniziativa, oltre che dal punto di vista salutistico, è interessante anche dal punto di vista psicologico, in quanto, a nostro avviso può aiutare a formare ragazzi e adulti più vogliosi di fare, meno pigri e con personalità meno svogliate.

Parigi premia chi va al lavoro in bici: “25 centesimi a chilometro”

Già, 0,25 € al chilometro per chi va al lavoro in bicicletta, il titolo dell’articolo trovato su Repubblica.it è molto chiaro. Qui l’articolo originale.

L’iniziativa nasce dall’annuncio del ministro Ségolène Royal, con l’”obiettivo ambientale” di diminuire le immissioni di CO2 nella capitale francese, arrivando nel 2020 ad un quarto dei trasporti su due ruote.

Anche se l’iniziativa è puramente ambientale, crediamo che anche dal punto di vista salutistico possa avere grandi vantaggi.

Con la nuova riforma, un cittadino potrebbe incassare 50 euro al mese per un tragitto per andare a lavorare di cinque chilometri al giorno. Il guadagno, stimano gli esperti, in realtà è superiore visto che si risparmia anche sulle spese di benzina e manutenzione dell’automobile. Altre misure potrebbero accompagnare il bonus bicicletta. Il governo vuole aumentare le rastrelliere e le piste ciclabili in città, e aumentare delle multe per gli automobilisti che non rispettano le corsi riservate alle due ruote. Solo per Parigi l’obiettivo è arrivare entro il 2020 ad almeno un quarto dei trasporti pubblici sarà fatto su due ruote.

 

A nostro avviso perché vi sia un reale cambiamento serve un cambio culturale: l’incentivo economico conta, ma non è sufficiente, come dimostra il caso del Belgio dove esiste da tempo un incentivo pari a 22 centesimi per chilometro e nonostante questo, l’utilizzo delle biciclette nei tragitti casa-lavoro non è aumentato molto nonostante il bonus statale.

In ogni caso può essere un incentivo per migliorare la situazione attuale sia ambientale che salutistica, quindi…

… ben vengano certe iniziative!!!!

E, ogni tanto, sarebbe bello avere notizie di certe iniziative anche anche dal nostro paese, che l’Italia facesse qualcosa a riguardo…

Ti è piaciuto? Condividilo...
531
Ti è piaciuto? Condividilo...
531