Salto in lungo: progressione didattica (video)

DSC_0221

Le sequenze video presentano una progressione didattica per insegnamento del salto in lungo, tecnica a “raccolta” e tecnica dei “ passi in aria “ (hitch-kikh).

La prima parte, dal video 1 al video 10, è utilizzabile anche come primo approfondimento dopo l’apprendimento scolastico del gesto del salto in lungo connotato dal sapere correre, staccare con un piede ed atterrare con entrambi i piedi a terra in sicurezza  ammortizzando la caduta correttamente.

Nella personale esperienza ho riscontrato facilità nell’ apprendimento dei singoli esercizi e buon risultato sul gesto dinamico. Inoltre la “scuola” dei movimenti analitici imitativi richiede precisione, attenzione ed interesse per l’ apprendimento. Questa “voglia” di imparare va richiesta e sviluppata nei nostri giovani atleti senza pesantezza, ma con determinazione e senza paura di annoiarli!

La seconda parte (video dall’ 11 al 15) è sicuramente più complessa ma, in realtà, i ragazzi imparano rapidamente le esercitazioni 11, 12 , 13  e faticano, naturalmente, sul gesto completo, che è decisamente più complesso e difficile da realizzare efficacemente.

Naturalmente questa è solo una delle strade percorribili  per arrivare alla formazione tecnica di base dei giovani lunghisti e comprende alcune  delle esercitazioni utilizzabili.  Non sono assolutamente escluse altre strade. Uno dei pregi  di questa è l’immediato collegamento con il gesto tecnico eseguito nella sua completezza.

L’ osservazione dei nostri giovani atleti, infatti, a volte evidenzia il possesso di abilità analitiche (molti, per esempio, fanno con sicurezza il passo-stacco con tenuta in posizione di uscita) poco collegate con il gesto completo .

Ricordiamo sempre l’importanza di un ricco allenamento coordinativo della tecnica: questa è la vera strada per una specializzazione “non precoce” , ma correttamente intesa.

Occorre sempre anche uno sforzo per collegare tra loro gli esercizi e per fare percepire il percorso proposto ai nostri atleti: la vera  creatività non è mai confusione e casualità, ma elasticità e capacità di applicare conoscenze e esperienze in modi sempre nuovi ed interessanti!

Giuseppe Balsamo

Gli altri articoli di Giuseppe:

Didattica balzi, i rimbalzi (video)

Le andature d’impulso: il passo stacco ed il passo saltellato

Il passo saltellato

Il passo stacco

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo...
191
Ti è piaciuto? Condividilo...
191