A Nizza la giornata della forma fisica

giornata-della-forma-fisica

Spesso si viene a conoscenza di un sempre più marcato divario tra scuola e sport, prima ancora di parlare di parlare di sport o di promozione di solo alcuni sport, cosa si fa per far prendere coscienza alla scuola del livello di salute dei propri alunni?

Quest’anno, parallelamente agli studi ed agli allenamenti qui a Nizza, ho iniziato a svolgere il Servizio Civile presso la mia squadra di atletica Nice Cote d’Azur Athlétisme in cui oltre alle varie mansioni, ho preso parte al progetto “Journée de la Forme Physique”.

Questo progetto, con il sostegno del comune di Nizza, vede coinvolte alcune scuole elementari cittadine aderenti a queste giornate in cui i bambini di un età compresa tra i 7 ed i 10 anni venivano sottoposti a semplici valutazioni funzionali per esaminare il loro livello di salute motoria.

Ad ogni bambino veniva assegnata una scheda personale con i relativi dati personali, sport praticato ed una parte dedicata alla trascrizione dei risultati nei diversi test:

Test n°1 – Resistenza

Su una distanza di 20m, effettuare l’andata correndo ed il ritorno camminando senza mai fermarsi per 6 minuti cercando di percorrere la distanza maggiore possibile. (video)

 

Test n°2 – Coordinazione “La campana”

2 tentativi con conteggio cronometrico e degli errori, si prende in considerazione il tentativo con meno errori o in caso di parità d’errori, quello con tempo inferiore. Test da svolgere alternando un piede, due piedi, a seconda del numero di quadrati di fronte a sé.

Giornata  della forma fisica. La campana
Giornata della forma fisica. La campana

Test n°3 – Esplosività

Salto in lungo da fermo. Salto a piedi pari ed atterraggio in posizione eretta su tappettino.

Giornata  della forma fisica. Salto in lungo da fermo
Giornata della forma fisica. Salto in lungo da fermo


Test n°4 – Velocità

Percorrere la maggior distanza possibile in 5”

Test n°5 – Flessibilità

Sit&Reach Test ma in posizione eretta, griglia di punti a seconda di dove l’alunno arriva con le mani (ginocchio 1p , tibia 2p , caviglia 3p , collo del piede 4p , terreno 5p).

17820696_10210852612662941_1498801758_o

 

Al termine della giornata ciascun bambino ha ricevuto un attestato di partecipazione come ricordo, agli insegnanti (oltre che al comune di Nizza) saranno poi consegnati tutti i risultati in modo da sapere il livello di salute motoria degli alunni permettendo l’attuazione di eventuali strategie per migliorare certe capacità motorie.

Ho trovato questo progetto tanto interessante, quanto profondo nella sua azione: è la società sportiva che ha fatto il primo passo per unire scuola e “sport”. La società si è occupata di trovare il materiale per i test: a dir poco materiale di base con bindelle, coni, materassini, gesso, cronometro, biro e di garantire un numero sufficiente di persone pronte a tenere le varie stazioni dei diversi test e la loro messa in opera.

Non si parla necessariamente di una promozione dell’atletica leggera nelle scuole, si vuole dare un’idea concreta del momentaneo bagaglio motorio di bambini di 7 – 9 anni alla scuola ed ai genitori, in modo da promuovere l’attività fisica in questa fascia d’età creando basi motorie più solide in vista dello sport che andranno a praticare o comunque che gli permettano di essere bambini in ottima salute pronti per affrontare la quotidianità.

 

Di Alberto Mazzucchelli

 

Ti è piaciuto? Condividi sulla tua pagina Facebook cliccando sull’icona a sinistra!

Ti è piaciuto? Condividilo...
0
Ti è piaciuto? Condividilo...
0