INEFC è il paradiso dello sport

INEFC

Se volete diventare “scienziati dello sport” e vi piacerebbe farlo in un posto dove ci sono a vostra disposizione tutte le strutture che potete immaginarvi, professori super competenti che vi trasmettono tutto quello che possono…. e  tutto ciò in una città dove ogni mattina ti svegli con il sole, fa caldo tutto l’anno e si parla una lingua di cui è impossibile non innamorarsi, INEFC è il posto che fa per voi!

inefc 10

 

I corsi e gli esami di questa università sono strutturati in maniera diversa rispetto ai nostri di Brescia:  qualsiasi tipo di corso, anche teorico, ha una parte pratica che consiste nell’applicare ciò che si studia in attività di gruppo che possono variare da cose come creare e presentare un progetto pubblico in “Sociologia”, realizzare una pianificazione di 13 settimane di un’atleta di atletica leggera ed esporla davanti a tutto il corso in “Teoria dell’allenamento”, o organizzare e mettere in atto una gara o una giornata dello sport in città in “Legge dello sport”…

La percentuale dell’esame teorico può variare da un 25% a un 60%, tutto il resto viene dato da queste attività pratiche o analisi sulle stesse prove in itinere. Insomma in tutti i corsi ti è richiesto in maniera minore o maggiore di produrre qualcosa, non solo di studiare, così che quando arrivi all’esame hai provato a mettere in pratica davvero quello che hai appreso.

Ti vengono date molte responsabilità e la cosa all’inizio è stressante, ma il risultato è che gli studenti sono super abili nel muoversi in tutti gli ambiti del mondo moderno: da quello che vedo la maggior parte degli studenti ha più di un lavoretto e i laureati che conosco hanno già un lavoro fisso, se non una piccola impresa propria.

Gli orari di tutte le materie hanno sempre due gruppi di teoria e quattro di pratica, uno per motivi di organizzazione di spazi e strutture, due perché se qualcuno lavora e non riesce ad andare alla lezione del gruppo A, può andare a quella del gruppo B, così come per la pratica ci sono quattro opzioni.

 

Infine c’è da dire che il livello di istruzione è molto alto e non nego che all’inizio mi sono trovata abbastanza persa e ignorante in materia, però ne è valsa la pena ed ho imparato moltissime cose interessanti!

Ma passiamo alle cose divertenti: ho dato per scontato che si intendesse che INEFC è un’università solo di studenti di scienze motorie, perciò camminando per l’università s’incontrano solo persone sportive che corrono, saltano e giocano per l’università. I più matti sono quelli del rugby: non spaventatevi se incontrate per le scale ragazzi che si lanciano budini in faccia cercando di centrarsi la bocca  o che bevono birra cantando cori nel piazzale fuori dal bar, sono loro!

inefc (1)

 

Gli orari dei quattro corsi sono strutturati in maniera che tutti hanno le pause nello stesso momento, in modo tale che chi vuole può accedere alle palestre di artistica, basket, ritmica etc o, come fanno la maggior parte delle persone, riunirsi nel piazzale fuori dal bar, un posto che apparentemente non dice niente, ma….que bien se está allí! Ti siedi al sole, ai tavolini che danno sui campi sportivi, mangiando uno di quei panini, o meglio, panardi che ti preparano al momento e che se solo ne senti il profumo è la fine.

Il martedi e il giovedi le pause sono di più ore, in modo tale che i gruppi sportivi del Club Inefc possono allenarsi e a volte nel frattempo vengono organizzati tornei di beach-volley con musica e birre.

inefc (11)

 

Ah,ecco  alcune cose divertenti che ho visto fin ora e voglio riportare perchè rappresentano un pò quello che è lo spirito di questa università.

  • Ogni anno c’è sempre una materia sportiva nel 2° e nel 3° corso in cui si organizza un’escursione esterna di qualche giorno, che può essere una settimana bianca piuttosto che alcuni giorni di surf nei Paesi Baschi. I professori organizzano alcuni corsi per imparare per chi è apprendista e altri per diventare istruttore per gli esperti. Il resto della giornata si passa insieme per conoscersi e divertirsi.
  • La prima settimana di ottobre si fanno alcuni “scherzetti di benvenuto” ai “novati” del primo anno. In particolare c’è un giorno intero in cui i veterani del quarto anno si occupano di loro organizzando prove fisiche alcoliche per testare il loro grado di preparazione. E la sera tutti a cena: le ragazze del quarto anno vanno con i ragazzi del primo anno, così come i ragazzi veterani invitano le novate, continuando con gli scherzi. Il dopocena invece è aperto a tutti e quattro i corsi. Tutto ciò si fa per dare il benvenuto ai nuovi studenti, ma più che altro per far sì che tutti si conoscano.

inefc (7)

 

  • Durante l’intero anno, gli studenti dell’ultimo anno, organizzano feste, tornei, calendari nudisti, divise dell’università o gadget da vendere per raccogliere fondi per il grande viaggio di fine anno.
  • Finite le lezioni, a maggio, se ne vanno tutti insieme una settimana in posti come Punta Cana o Riviera Maya a festeggiare insieme la fine dell’università. Tutto organizzato da loro.

E così potrei continuare all’infinito raccontando dei “giochi” che si organizzano ogni tanto per far sì che la gente si conosca, delle feste Inef che vengono fatte circa ogni due mesi… e chissà quali cose mi aspettano nel secondo semestre che devo ancora scoprire!

È un bell’ambiente, pieno di persone che hanno voglia di fare divertendosi,  inventive e soprattutto uniti tra loro e socievoli con gli altri. Non ti permettono mai di annoiarti.

Un ambiente sportivo a tutti gli effetti!

inefc (2)

 

Bene, con questo credo di aver reso un poco l’idea di quello che è l’INEFC. Spero di averlo fatto bene perché questo posto è veramente spettacolare!

 

Stefania Brunazzi

 

Ti è piaciuto? Condividilo...
170
Ti è piaciuto? Condividilo...
170