Europei Under 23: i risultati del pomeriggio

galbieri

Vi avevamo lasciato questa mattina parlandovi i risultati degli Italiani fino alle 12:30. Nel pomeriggio molte gioie per la squadra azzurra. Partiamo però da dove eravamo rimasti, il salto con l’asta femminile.

Salto con l’asta femminile (qualificazioni)
Sonia Malavisi entra in finale con la misura di 4,15 metri, a parimerito con le prime 8 atlete. L’atleta delle fiamme gialle azzecca la misura al primo tentativo. L’altra azzurra in gara, Letizia Marzenta si ferma a quota 3,85 metri, sbagliando i 3 tentativi a 4 metri. Domani la finale.

Tiro del giavellotto femminile (qualificazioni)
Nella gara vinta dalla tedesca Hussong Christin con la misura di 62,59, miglior prestazione europea della stagione, l’italiana Paola Padovan si piazza 21° con il miglior lancio a quota 43,74 metri. Per entrare in finale serviva superare i 49,37 metri

3000 siepi donne (qualificazioni)
Sfortunata la prova di Martina Merlo che ferma il crono a 10’15″80 rimanendo fuori dalla finale per 4″ circa. La migliore nelle qualificazioni è la turca Tugba Guvenc che vince la prima serie in 9’54″90.

Salto con l’asta maschile (qualificazioni)
Fuori con 3 nulli alla misura d’entrata per Alessandro Sinno. Miglior prestazione delle qualificazioni di Menno Vloon (Olanda) con la misura di 5,20 metri.

Salto triplo donne (qualificazioni)
Meglio di così le italiane non potevano fare: 3 atlete in pedana e tutte e tre accedono alla finale. 4° misura generale per Dariya Derkach con 13,38 metri e dietro di lei 6° Ottavia Cestonaro con la misura di 13,18 metri. All’ultimo salto trova la qualificazione anche Silvia La Tella con 12,96 che vale l’11° posto.

1500 metri maschili (qualificazioni)
Anche qui l’Italia porta a casa tutto il bottino con 3 atleti in finale su 3 scesi in pista. 2° posto assoluto per Bussotti Neves J con 3’43″60 a 20/100 dal primo (lo spagnolo Marc Alcara 3’43″40). 3° a 5/100 da Bussotti Soufiane El Kabbouri in 3’43″65. 8° posto con 3’45″57 per Mohad Abdikadar.

800 metri donne
Niente finale per le italiane in gara. Nella seconda batteria Irene Baldessarri chiude 4° in 2’06″69. Nella serie successiva, l’ultima, Joyce Mattagliano ferma il crono a 2’06″55 finendo 6°. Per entrare in finale bisognava fare meglio di 2’04″85.

Lancio del disco maschile
Anche qui nessun italiano trova la misura per qualificarsi alla finale. Bisognava battere il 54,91 metri. Stefano Petrei si ferma a un metro circa (53,93), Giampietro Ragonesi lancia 52,63 e Martin Pilato 51,82. Miglior lancio di qualificazione del danese Ola Stunes Isenes con 59,16.

Salto in alto maschile (qualificazioni)
Entra in finale Meloni Eugenio con il nuovo PB di 2,18 metri. Sabato la finale

10000 metri (finale)
Nella gara dominata in solitaria dal turco Ali Kaya in 27’53″38 trova la prima medaglia l’Italia. Ad indossare la medaglia di bronzo è il neo-italiano Yassine Rachik,  che deve arrendersi soltanto nei metri finali alla rimonta del russo Mikhail Strelkov (28’53″94), chiudendo in 28’53″99. 9° posto per Daniele D’onofrio in 29’27″34 (PB) e 14° Iliaas Aouani in 30’20″86.

Semifinali 100 metri maschili
Vince la 2° semifinale con la grandissima prestazione di 10″20 Giovanni Galbieri, purtroppo non valevole come PB in quanto corso con +2,3 dei vento a favore. Il 10″20 è anche il miglior risultato generale dei secondi turni. In finale anche Federico Cattaneo che si piazza 2° nella prima batteria con 10″49 (+0,5). Nella stessa batteria 8° Lorenzo Bilotti con 10″76, non riesce ad entrare negli 8 della finale.

 

Ti è piaciuto? Condividilo...
69
Ti è piaciuto? Condividilo...
69