Campionati Italiani Allievi Allieve a Milano

Milano Arena Civica

Da Venerdì 19/6 a Domenica 21/6 l’Arena Civica di Milano torna ad ospitare, dopo quasi 50 anni (l’ultima volta nell’edizione del 1968) la 50° edizione dei Campionati Italiani e di Staffette Allievi ed Allieve.

Come leggiamo dal sito della Fidal Milano dopo la conferenza stampa di Martedì 16 giugno presso l’Arena di Milano:

Stavolta tocca agli under 18, una delle categorie più in fermento e che vive negli ultimi anni un periodo di splendore tecnico. Come detto dal responsabile delle nazionali giovanili Stefano Baldini, ben 12 primati di categoria sono stati ritoccati negli ultimi tre anni e ormai solo 4 record risalgono agli anni ’70. L’esuberanza dei giovani non deve però essere assecondata in tutto, c’è bisogno di grande responsabilità. Su questo argomento si è incentrato l’appassionato intervento del presidente federale Alfio Giomi: «Non si era mai vista una generazione così forte come questa. E’ meglio però fare una gara in meno, non bisogna avere fretta di raggiungere ora quello che sembra il risultato della vita. Dovete guardare avanti, voi siete la generazione di Tokyo 2020 e dei Giochi del 2024. Pensate in grande ma abbiate il tempo di crescere, ci vuole gradualità». Sagge parole che hanno avuto l’immediata concretizzazione nella notizia data poco dopo dello stop di Filippo Tortu (Riccardi Milano), il gioiellino della velocità che per un problema legato allo sviluppo fisico (a 17 anni si cresce ancora, ricordatelo) salterà questi campionati italiani e buona parte della stagione. I talenti vanno preservati per le gare che contano, che non sono certo quelle giovanili.

GLI ISCRITTI DIVISI PER GARA

La diretta streaming la trovate qui: LINK DIRETTA STREAMING

PAGINA DELL’EVENTO

Gli allievi più attesi

Nei 100 e 200 metri, assente il favorito Tortu, miglior accredito per Christian Bapou (100 Torri Pavia) con 10″67 e 21″59.

Nei 400 metri miglior accredito per un altro lombardo, Vladimir Aceti (Vis Nova Giussano) con il tempo di 47″98. Vicinissmo a Vladimir il vicentino Michele Rancan (2° tempo anche nei 200 metri), dell’Atletica Vicentina con 48″03.

Marco Bigoni (Pro Sesto) è in testa nei 110hs (h 91cm) con 13″89, “marcato stretto” da Loris Manojlovic (Collection Atletica Sambenedettese) con 13″97

Nei 400 ostacoli due atleti, ancora lombardi, accreditati di un sub-54″: Chiebuka Emmanuel Ihemeje (100 Torri Pavia) con 53″63 seguito da Federico Cesati (Pro Sesto) con 53″66

Nei 1500 metri due atleti sotto i 4′: miglior accredito per Alberto Dal Sasso (Ana Atl.Feltre) con 3’56″62 e poco sotto “il muro” Simone Barontini (S.e.f. Stamura Ancona A.s.d.) con 3’59″70.

Nei 3000 metri ben 5 atleti sotto gli 8’50”, tra i quali spicca l’ 8’32″8 di Nfamara Njie (Tre Casali San Cesario).

Negli 800 metri 5 atleti sotto l’ 1’56” con in testa i nomi di Andrea Romani (S.s.d. Centro Ester Napoli arl) in 1’50″16 e Abdelhakim Elliasmine (Bergamo Creberg) in 1’52″03
Nei 2000 siepi spicca il 6’08″21 di Samuele Nava (Lecco-Colombo Costruzioni) su Francesco Beusa (Atl. Pinerolo) in 6’16″34.
Dalle pedane dei salti, nell’alto grande favorito Stefano Sottile con 2,20 metri (Atletica Valsesia), nell’asta Max Mandusic (Trieste Atletica) accreditato di un notevole 4,90 metri, nel lungo comanda Mattia Zagotto con 7,18 metri (Atletica Vicentina), nel triplo davanti a tutti Fabio Camattari (Biotekna Marcon) con 14,94 metri.
Nei lanci spiccano i 66,90 metri di Andrea Proietti (CARIRI) nel martello (in testa anche nel peso con 17,97 metri), Marco Giuseppe Balloni (Ascoli Piceno) con i suoi 58,83 metri nel disco,ed i 65,54 metri di giavellotto per Michele Cerruti.
Le allieve più attese
Nei 100 metri ben 5 atlete sotto il muro dei 12″ con grande attenzione verso le due atlete accreditate di 11″86: Elena Arena
(Duferco Carispezia) e Zaynab Dosso (Calcestruzzi Corradini E.). Nei 200 metri davanti a tutte Alessia Pavese (Bergamo Creberg) con 24″22. Nei 400 metri un’altra lombarda, Ilaria Verderio, sembra la favorita con 53″99.
Nei 100 ostacoli miglior accredito per Martina Millo con 14″03 (Triveneto Trieste), seguita a pochi centesimi da Alessandra Realdon in 14″08. Nei 400hs una sola atleta sotto il 1′: Linda Olivieri accreditata di 59″91.
Nei 1500 metri e negli 800 metri non sembrerebbero esserci rivali per Marta Zenoni (Bergamo Creberg), accreditata di 4’18″86 (circa 18″ sulla seconda) e 2’03″40 (oltre 7″ sulla seconda). Nei 2000 siepi in vantaggio Erica Sorrentino (Agropoli Running) con 7’04″01. Nei 3000 metri miglior accredito per Valentina Gemetto (Atl. Saluzzo) con 10’04″63
Dalle pedane dei salti, nell’asta due atlete a 3,70 metri, Rebecca De Martin e Martina Molinarolo, nell’alto spicca l’1,80 metri di Giorgia Niero; nel salto triplo Chiara Bertuzzi è accreditata di 12,53 metri, mentre nel lungo miglior accredito per Anna Ferrighetto con 5,86 metri.
Nei lanci: nel giavellotto è in testa Francesca Iacuzzo con 50,11 metri, nel disco e nel peso sembra non avere rivali Sydney Giampietro (48,13 metri e 17,12 metri), come non sembra avere difficoltà Alessia Beneduce con 62,24 metri nel martello.

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo...
99
Ti è piaciuto? Condividilo...
99