Giuria di marcia : l’importanza dei giudici

La giuria di marcia è composta da più elementi, tra i quali un giudice capo. 

Il numero e il tipo di giudici che compongono la giuria dipendono dal tipo di gara:

  • Giuria tipo per gara in pista: 1 giudice capo (supervisore) + 5 giudici (con funzione giudicante)
  • Giuria tipo per gara su strada: 1 giudice capo (supervisore) + 8 giudici (con funzione giudicante)

Pur non essendo espressamente previsto dalla regola 230, una gara dovrebbe svolgersi con non meno di 3 giudici di marcia presenti (giudice capo compreso)

Ogni giudice deve operare in modo indipendente, senza farsi consigliare dagli altri giudici o da persone esterne

I giudici devono basare il proprio giudizio sull’osservazione fatta con l’occhio umano (niente foto, niente telecamere, niente binocoli)

 

Il giudice (con funzione giudicante)

Come detto prima ogni giudice deve essere indipendente dagli altri e basare il proprio giudizio sull’osservazione ad occhio “nudo”.

Il giudice è munito di

  • due palette gialle con cui comunica, quando previsto, uno specifico richiamo all’atleta interessato e di carte;
  • cartellini rossi che, quando previsto, invia al giudice capo come proposta di squalifica riferita ad un atleta scorretto;
Palette marcia giuriaPalette giuria di marcia
Giuria di marcia - cartellino sospensione
Giuria di marcia – cartellino sospensione
Giuria di marcia - cartellino sbloccaggio
Giuria di marcia – cartellino sbloccaggio
Giuria di marcia - cartellino rosso
Giuria di marcia – cartellino rosso

Il giudice capo

Normalmente il giudice capo ha solo funzione di supervisore (non ha funzione giudicante, non ha palette gialle per dare richiami, non ha cartellini rossi per dare proposte di squalifica)

E’ munito di paletta rossa con la quale, quando previsto, comunica il provvedimento di squalifica al marciatore interessato

Pur non essendo espressamente previsto dalla regola 230, può succedere che in gare nazionali o locali il giudice capo venga impiegato anche con funzione giudicante (es. quando numero di giudici presenti lui compreso è 3)

Giuria di marcia: i richiami

Il richiamo (paletta gialla) serve a mettere in guardia il concorrente. Il giudice avvisa l’atleta che lo sta osservando e che nel suo modo di marciare c’è qualcosa che non lo convince. Il giudice non se la sente di proporre già una squalifica (ammonimento), ma se l’atleta continuerà a marciare così sarà costretto a prendere una decisione drastica. L’atleta avrà così la possibilità di correggersi.

Quando un giudice non è completamente convinto che l’atleta mantenga il contatto continuo con il terreno deve, quando possibile, mostrargli la paletta gialla della sospensione

Quando un giudice non è completamente convinto che l’atleta mantenga la gamba avanzante tesa dal primo contatto fino alla posizione verticale deve, quando possibile, mostrargli la paletta gialla dello sbloccaggio.

Per ogni atleta un giudice può mostrare la paletta gialla una sola volta per la sospensione, ed una sola volta per lo sbloccaggio.

 

Giuria di marcia: proposta di squalifica

Quando un Giudice è convinto che un atleta sta commettendo infrazione di sospensione o sbloccaggio, deve inviare un Cartellino Rosso al Giudice Capo (specificando numero atleta, tipo di infrazione e ora dell’infrazione):

Giuria di marcia - cartellino rosso
Giuria di marcia – cartellino rosso
  • Il cartellino rosso corrisponde ad una proposta di squalifica;
  • Questo provvedimento sarà esposto sul tabellone delle proposte di squalifica (posto prima dell’arrivo in modo da essere facilmente visibile dagli atleti ad ogni giro) mediante l’apposizione del simbolo dell’infrazione commessa;
  • Per ogni atleta un giudice può inviare un solo cartellino rosso
Giuria di marcia - Tabellone squalifiche
Giuria di marcia – Tabellone squalifiche

Giuria di marcia: la squalifica

Quando, relativamente allo stesso atleta, tre cartellini rossi vengono inviati al giudice capo da tre giudici diversi, l’atleta è squalificato e gli sarà data notifica del provvedimento dal giudice capo, che gli mostrerà la paletta rossa.

La mancanza della notifica di squalifica non annulla il provvedimento (es. se un atleta riceve il terzo cartellino rosso negli attimi finali di gara, e il giudice capo non riesce a mostrargli al paletta rossa prima dell’arrivo, la squalifica ha comunque effetto e verrà notificata dopo l’arrivo).

In specifiche competizioni (es. Olimpiadi), il giudice capo ha il potere di squalificare in modo diretto negli ultimi 100mt di gara (indipendentemente dal numero cartellini rossi ricevuti fino a quel momento dall’atleta), quando l’atleta commette chiaramente infrazione di sospensione o sbloccaggio

Un atleta squalificato dovrà immediatamente abbandonare il percorso di gara.

Perchè è importante conoscere il regolamento della marcia?

Per l’allenatore, ma anche per l’atleta, è fondamentale conoscere il regolamento della marcia

  • Serve ad essere consapevoli di quello che succede in gara; 
  • Serve a spiegare tutti gli aspetti del regolamento ai giovani atleti e anche ai loro genitori, per far capire che il ruolo dei giudici è complesso;
  • Serve a capire e a far capire che i richiami e le proposte di squalifica sono due provvedimenti diversi non necessariamente consecutivi, espressione di ciò che il giudice ha visto;
  • Serve a capire e far capire che l’eventuale squalifica è una sconfitta, ma va accettata perché le regole fanno parte dello sport e nessun atleta è perfetto; l’importante è che poi si valutino i propri errori per migliorare in futuro; 

Immagini: alcune immagini sono tratte dal sito www.pollisister.ch e nello specifico da questo articolo: Palette gialle, bollini rossi, squalifiche: come funziona?

 

Ti è piaciuto questo articolo? CONDIVIDILO SULLA TUA PAGINA FACEBOOK CLICCANDO SULL’ICONA A SINISTRA!!!

 

Bibliografia:

” Manuale multimediale dal Corso per formatori di Marcia giovanile” della Federazione Svizzera di Marcia, a cura di Emidio Orfanelli e Stefano La Sorda

Palette gialle, bollini rossi, squalifiche: come funziona?

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo...
0
Ti è piaciuto? Condividilo...
0