800 metri

800 metri piani - da wikipedia.org
800 metri piani – da wikipedia.org

Negli 800 metri piani, competizione sia maschile che femminile dell’atletica leggera, gli atleti si sfidano percorrendo 2 giri completi di pista; sono una gara di corsa del mezzofondo veloce, e fanno parte del programma olimpico.

È una gara presente anche nel programma delle manifestazioni Indoor: in questo caso gli atleti devono completare 4 giri di pista (200 metri l’uno)

Di seguito descriviamo le particolarità della gara all’aperto.

 

La gara

La partenza avviene in corsia (quelle centrali assegnate agli atleti con i migliori tempi d’iscrizione), ma a differenza delle gare di velocità, non si utilizzano i blocchi di partenza.

I primi cento metri sono affrontati in corsia: in questa prima fase, se un atleta oltrepassa le proprie linee di confine, viene squalificato.

Al limite dei 120 metri iniziali, mediante dei segnali (conetti), è indicata la possibilità di uscire dalle rispettive corsie: gli atleti si porteranno vicino al bordo interno della pista, “correndo alla corda” per poter effettuare la minore distanza possibile.

Nei meeting di una certa importanza è utilizzata una “lepre”, un atleta che non è in competizione con gli altri ma ha il solo compito di mantenere alto il ritmo della gara, conducendola in testa per i primi 400-500 metri circa, per poi farsi da parte finito il suo compito.

Pista 800 metri

 

800ista: tipologie di atleta

Il contributo energetico in questa gara è dato dal sistema aerobico (tra il 50% ed il 70%) e dal sistema anaerobico (tra il 30% e il 50%), in base alle caratteristiche dell’atleta.

In ogni caso l’800ista deve possedere un buon mix tra doti di resistenza e doti di velocità (deve essere in grado di correre forte i 400 metri piani).

Tra gli atleti d’elite che corrono gli 800 metri è possibile fare 2 distinzioni, in base alle caratteristiche e alle gare che sono soliti affrontare oltre agli 800 metri:

  • 400-800ista: atleta con predisposizioni veloci, presenta spiccate caratteristiche da velocista, con PB (personal best) molto buoni nelle gare di sprint (100, 200, 400 metri di medio-alto livello); difficilmente gareggiano in gare oltre gli 800 metri (qualche volte i 1000 metri); Dadiv Rudisha appartiene a questa categoria di atleti;
  • 800-1500ista: atleta che nonostante sia in grado di correre veloce, presenta maggiori doti di resistenza, solitamente ha ottime prestazioni anche nella gara dei 1500 metri, e spesso affronta anche gare di 3000 metri piani; nel periodo invernale è solito svolgere una preparazione invernale simile a quella degli atleti di fondo, gareggiando anche nelle gare di cross, con buoni risultati.

Per far comprendere la differenza tra le due tipologie di atleta, pubblichiamo un estratto della tesi di laurea in scienze motorie di Amos Bianchi (ex 800ista italiano di buon livello), del 2008/09, dal titolo “Intorno agli 800”.

Nel suo lavoro Amos mette a confronto varie metodologie d’allenamento in atleti di vertice degli 800 metri: interessante la parte nella quale parla dei criteri di selezione degli atleti della nazionale Olandese di mezzofondo, in grassetto le parti più significative:

“NAZIONALE OLANDESE
Vediamo ora il lavoro svolto dalla nazionale olandese.
Questa nazionale fonda le sue basi prima di tutto sull’ambiente intorno agli atleti, cercando di creare un gruppo unito, che si allena insieme la maggior parte dell’ anno, finanziandoli con circa 12000 €, che non è un budget che vuole garantirgli un sostentamento, ma una sorta di facilitazione per aiutarli in alcuni problemi, che nel corso di un anno un atleta può avere.
In questo centro gli atleti olandesi si allenano assistiti da allenatori, fisioterapisti, dottori, fisiologi e psicologi.

Questi sono gli atleti sui quali la nazionale olandese ha puntato in questi ultimi anni:

  • Bram Som 800m 1.43.45 46.50/21.54 Eur. Champ 2006, 6th Campionati Mondiali 2009
  • Arnoud Okken 800m 1.45.64 Eur. Champ 2007(i)
  • Gert Jan Liefers 1500m 3.32.89 1.45.67 8th Athens 2004
  • Najla Jaber 800m 2.01.76 52.7 R
  • Lotte Visschers 800m 2.00.91 53.5/11.89
  • Yvonne Hak 800m 1.59.97 54
  • Youssef el Rhalfioui 800m 46.43 10.68/21.45
  • Robert Lathouwers 800m 1.44.75 46.52 Olympic Games 2008

L’ ambiente di lavoro è il seguente:

  • Pista in sporflex con lepre elettrica ogni 10 m
  • 500m in erba/sterrato con lepre eletrica ogni 20m
  • Una salita di 130m con una pendenza di 1,5 %
  • Una collina di 60m al 6% di pendenza
  • Impianto indoor di 130m
  • Due sale pesi
  • Colline di 550m con il 4% di pendenza.

La giornata tipo degli atleti olandesi in questo centro è la seguente:

  • La mattina lavoro/studio
  • viaggi
  • vita sociale
  • Riposo
  • Il pomeriggio allenamento
  • Fisoterapia/massaggi
  • Yoga

Gli allenatori della nazionale olandese danno come riferimento i seguenti parametri se un atleta vuole correre un ottocento in 1.44:

Per un atleta con predisposizioni veloci tipo(400-800)

  1. Saper correre veloce, cioè avere i seguenti personali:
    • 100: 10″80;
    • 200: 21″50;
    • 400: 46″50;
    • 500: 1’14”
  2. Esplosività nel salto verticale di > 70cm;
  3. Deve essere molto muscolato sia sugli arti superiori che inferiori e avere un peso intorno ai 76kg;
  4. Moderato VO2max > 65ml/kg;
  5. Avere un agiatezza economica per potersi preoccupare solo di correre veloce;
  6. Creare un maggior accumulo di lattato, ma con intervalli molto lunghi tra le prove.

Per un atleta con predisposizioni resistenti (800-1500)

  1. Saper correre veloce, cioè avere i seguenti personali:
    • 100: 11″00;
    • 200: 22″00;
    • 400: 47″50;
    • 500: 1’15″;
  2. Meno esplosività nel salto verticale di > 60cm;
  3. Meno muscolato, meno pesante soprattutto sulle cosce, peso circa 72kg;
  4. Elevato VO2max > 72 ml/kg;
  5. Avere un agiatezza economica per potersi preoccupare solo di correre veloce;
  6. Creare un maggior accumulo di lattato, ma con intervalli veloci e brevi tra le prove.

Ovviamente questi sono solo parametri di base, non sufficenti per correre un 800 metri in 1’44”, ma sono utili per comprendere quali caratteristiche bisogna avere e sviluppare per poter essere in grado di gareggiare ad alti livelli:

  • saper correre veloce;
  • ottime capacità e potenza lattacide;
  • tecnica di corsa lanciata simile alle gare di sprint (soprattutto ai 400 metri);
  • ottime capacità esplosive;
  • rapporto peso/potenza ideale (peso contenuto, ma elevata forza e potenza)

 

I record
David Rudisha ISTAF Berlin 2010 - da commons.wikimedia.org
David Rudisha ISTAF Berlin 2010 – da commons.wikimedia.org

Il record mondiale maschile appartiene all’atleta keniota David Rudisha, che alle Olimpiadi di Londra 2012 ha corso in 1’40″91.

Il primato femminile della distanza è detenuto invece alla cecoslovacca Jarmila Kratochvílová con 1’53″28, tempo ottenuto a Monaco di Baviera nel 1983.

Il record indoor degli 800 m maschili è del danese Wilson Kipketer, con 1’42″67 corso il 9 marzo 1997 a Parigi, mentre il record femminile è stato stabilito dalla slovena Jolanda Čeplak con il tempo di 1’55″82, corso a Vienna il 3 marzo 2002.

Il record europeo outdoor maschile appartiene sempre al danese Wilson Kipketer che nel 1997 a colonia ha corso in 1’41”11 e quello femminile alla Kratochvílová.

In Italia il primato nazionale sui 2 giri di pista è del 1973 e appartiene a Marcello Fiasconaro che corse a Milano in 1’43”7 (cronometraggio manuale); il record fu eguagliato 27 anni dopo, nel 2000, sulla pista di Rieti dall’atleta Andrea Longo che fermò il crono a 1’43”74 (elettronico).
Al femminile il record è, dal 1980, di Gabriella Dorio (oro alle Olimpiadi di Los Angeles ’84 nei 1500 metri) capace di correre a Rieti in 1’57”66.

 

Ecco il video del record del mondo di David Rudisha:

 

 

Bibliografia

“Correre, saltare, lanciare. La guida ufficiale IAAF per l’insegnamento dell’Atletica (seconda edizione)” dal Centro Studi & Ricerche della Fidal

“Il nuovo manuale dell’istruttore di Atletica Leggera”, Centro Studi & Ricerche della Fidal

Amos Bianchi, Tesi di laurea “Intorno agli 800″ qui il link: http://www.fidal-lombardia.it/tesi%20Bianchi%20800%20metri.pdf

http://it.wikipedia.org/wiki/800_metri_piani

http://www.brianmac.co.uk/index.htm

Ti è piaciuto? Condividilo...
11
Ti è piaciuto? Condividilo...
11