Andature d’impulso: passo saltellato e passo stacco (con video)

Le esercitazioni di cui ci occupiamo in questo intervento sono universalmente conosciute ed adottate, con le opportune varianti, nella preparazione di tutte le specialità dell’ atletica ma anche di molti altri sport individuali e di squadra:

 

  • il passo saltellato
  • il passo stacco

 

Cosa sono le andature d’impulso (esercitazioni di salto)
Sono da considerare d’ impulso, le esercitazioni che prevedono un appoggio del piede di tutta pianta e che presuppongono, quindi, capacità di esprimere forza con rilevante utilizzo del sistema quadricipite- gluteo, oltre che del sistema gamba- piede.

Il contatto a terra del piede avviene decisamente davanti al baricentro e gli angoli piede-gamba e gamba terreno sono tali da favorire al massimo il sollevamento del corpo.
Il tipo di appoggio e di interazione del piede con il suolo è, quindi, decisamente diverso rispetto a quel che avviene negli esercizi di tecnica della corsa.

Per un saltatore la conoscenza completa delle infinite varianti esecutive degli impulsi costituisce un nucleo centrale dell’ allenamento coordinativo della tecnica.

Essi variano per:

  • ampiezza;
  • utilizzo diversificato degli arti superiori;
  • velocità e ritmo esecutivo;
  • possibilità di collegamento con le diverse specialità ( esecuzioni in curva – esecuzioni con imitazioni della presentazione- stacco dell’ asta etc. )

Il loro utilizzo deve essere comunque ben dosato in particolare con i giovani : sono infatti esercitazioni potenzialmente usuranti.

Attenzione quindi alla superficie su cui si lavora ed alle calzature .

Occorre collegare frequentemente con il gesto gara le abilità acquisite, per evitare un  apprendimento fine a se stesso e poco motivante per i giovani atleti.

 

Il passo saltellato

E’ caratterizzato da una successione di appoggi dx-dx   sx-sx .

  • È molto duttile e si presta a fare da base a diverse azioni coordinative con uso variato delle braccia e finalizzazione diversificata sulle specialità bersaglio.
  • Permette uso marcato dei piedi e lavora sulla spinta penultimo- ultimo.
  • Va eseguito sottolineando l’ idea di avanzamento in estensione , quindi pensando all’allontanamento del ginocchio che avanza dal piede che spinge a terra.
  • Si puo’ modulare l’ intensità della spinta e cambiare traiettoria.

Concetti- guida :

  • L’ esercizio è semplice e puo’ essere adattato al lungo, alto, asta
  • Il punto di efficacia dell’ esercizio è da ricondurre all’ importanza dell’ appoggio precedente lo  stacco, come elemento che permette, assieme al corretto uso dell’ arto libero,  di alleggerire il carico dello stacco stesso . Il passo saltellato correttamente eseguito permette di allenare bene questa sensibilità.

Occorre pero’ insistere su queste indicazioni :

  • Dare importanza alla tenuta in fase di ricaduta sull’ arto di spinta e agire attivamente per andare verso la successiva azione di stacco ( AZIONE ATTIVA DELL’ APPOGGIO PRECEDENTE LA FASE DI STACCO)
  • Tenere busto eretto
  • Fissare atteggiamenti estensivi e utilizzare attivamente le braccia
  • Tenere 90 ° al gomito ed al ginocchio
  • Sentire azioni rullate e di tutta pianta in fase di stacco

Evitare questi errori :

  • arto libero troppo chiuso o aperto
  • ruotare spalle e arretrarle
  • mettere piede di spinta troppo sotto al ginocchio
  • arto di stacco flesso all’ impatto e non esteso in uscita
  • mancanza di tenuta in atterraggio e scarsa spinta
  • uso braccia tese

Video: il passo saltellato

 

Passo-stacco

Il passo stacco è un’andatura caratterizzata da una azione di spinta con ricaduta sull’arto libero, quindi successione degli appoggi di questo tipo:

  1. spinta forte del destro;
  2. accentuata fase di volo;
  3. ricaduta sul sinistro;
  4. rapido passaggio sul destro e ulteriore spinta con accentuata fase di volo (e viceversa)

Naturalmente si possono utilizzare tanti appoggi di corsa quanti si vuole prima di dare impulso, per cui la variabilità dell’ esecuzione è notevole.

  • L’azione guida dell’ esercizio è l’ idea di dare impulso con il piede che sta dietro.
  • Il passo-stacco fa sentire molto bene il concetto di estensione ,e va eseguito con l’ idea di allontanare il piu’ possibile il baricentro dal piede che spinge a terra e di fissare il piu’ possibile la posizione  del corpo dopo il distacco da terra. La posizione prevede che l’ arto di spinta sia ben esteso, il busto eretto e le braccia ben bloccate con la mano del braccio anteriore all’ altezza degli occhi.
  • I gomiti sono flessi a 90° e anche l’ arto libero è flesso al ginocchio a 90°.

Da sottolineare, pero’ , che una volta staccati i piedi da terra , si puo’ evitare di tenere forzatamente esteso l’ arto di spinta.

Interessante anche considerare che l’ esercizio eseguito con un solo passo di intervallo risulta essere , di fatto, rivolto allo sviluppo della forza di salto o, genericamente, un esercitazione di abilità. Perché diventi piu’ efficace come esercizio tecnico per il salto occorre collegarlo con la corsa e quindi inserire qualche appoggio intermedio in piu’.

Video: il passo stacco

 

 

Le varianti esecutive , come per il precedente esercizio, possono essere riferite ad aspetti coordinativi ( utilizzo diversificato degli arti superiori) , all’ inserimento di attrezzi da superare (over/ostacolini e altro particolarmente utile per l’ apprendimento dell’ esercitazione), al ritmo e alla velocità dell’ esecuzione agendo anche sul numero di passi di corsa inseriti tra uno stacco e l’ altro, alla traiettoria piu’ o meno “verticale”

 

Per concludere…

In conclusione mi pare importante sottolineare che l’ apprendimento di queste esercitazioni è sicuramente importante e deve essere realizzato  con cura  ma sempre correlato con lo sviluppo della tecnica del gesto – gara, per evitare di costruire abilità fini a se’ stesse e non utilizzabili per il miglioramento del gesto che resta sempre il vero obiettivo!

 

A cura di Giuseppe Balsamo

Ti è piaciuto? Condividilo...
1
Ti è piaciuto? Condividilo...
1

3 thoughts on “Andature d’impulso: passo saltellato e passo stacco (con video)

Comments are closed.