Prevenzione degli infortuni in atletica leggera

prevenzione_infortuni

 

Cosa vuol dire prevenire gli infortuni in atletica leggera?

Prima di entrare nel merito degli infortuni sportivi, e ancor di più nello specifico degli infortuni più frequenti nelle discipline dell’atletica, dovremmo partire da quello che è il concetto più ampio della prevenzione.

La prevenzione è l’insieme di azioni finalizzate a ridurre il rischio, ossia la probabilità che si verifichino eventi non desiderati.

In molti ambiti si parla di prevenzione, ad esempio si sente spesso parlare di prevenzione sulle strade, e quando se ne parla si discute di come poter ridurre il numero di incidenti con la consapevolezza che è impossibile ridurli del 100%, l’imprevisto esiste sempre. Quindi quando si parla di prevenire degli infortuni, non si può pensare di poterli eliminare, perchè i rischi esistono sempre, l’unica cosa che si può fare è cercare di ridurre i rischi il più possibile.

Lo sport agonistico è una attività che possiede in se molti rischi, questo perché ci obbliga a richiede il massimo esprimibile al nostro sistema di movimento.
Tutti i nostri apparati vengono portati all’esasperazione per poter raggiungere la prestazione voluta, questo porta in automatico ad un aumento del livello di rischi.
Per tornare ad un parallelismo con l’automobile, anche la formula1 e uno strumento esasperato per gareggiare, infatti si rompe più facilmente delle nostre utilitarie.

Ora definiamo meglio cos’è un infortunio nel mondo dello sport.

Cos’è l’infortunio sportivo?
A volte si pensa all’infortunio solo quando si parla di eventi gravi che comportano un non breve allontanamento dell’atleta dai campi di gioco, mentre non vengono in mente quelle singole sedute di allenamento saltate per colpa di quel dolore o di quel malessere temporaneo dell’atleta.

Possiamo dire che l’infortunio nello sportivo é: un evento che destabilizza lo stato di salute dell’atleta (è tutto ciò che limita la possibilità di gareggiare o di allenarsi come programmato).

Quindi vi invito a riflettere bene su quanti sono gli infortuni che, magari, non avete considerato tali.

Fatte queste considerazioni cominciamo a fare i conti con le discipline dell’atletica leggera.

Infortuni ed atletica leggera
I pochi dati epidemiologici in materia di infortuni in atletica ci dicono molto degli infortuni di grande entità, che accadono soprattutto durante le gare, ma non ci dicono molto degli infortuni che accadono lontani dai campi gara, ma che posso danneggiare comunque o la preparazione alla gara o la prestazione stessa. io sono dell’idea che, la maggior parte degli infortuni delle nostre discipline nascano durante l’allenamento.
Da poco sono state stilate delle linee guida internazionali per la registrazione dei dati epidemiologici degli infortuni in atletica leggera (qui il link), questo permetterà di comprendere di più quali sono realmente le cause più frequenti di infortunio nelle nostre discipline.

Per ora ci dovremo accontentare di parlare di prevenzione dell’atleta, aspettando di avere dati relativi alle singole discipline.
gli infortuni posso essere i più disparati.

Per cercare di fare un pò di ordine potremmo cominciare a classificali in questo modo, per evento causale:

  • Da trauma, esempio arrivo su materasso sbagliato o una chiusura di salto in lungo errata
  • Da contatto, causati dal contatto con un altro atleta oppure uno strumenti di gioco fermo (ostacolo) oppure mobile (disco)
  • Da non contatto, spesso sono problemi muscolari o distorsioni articolari
  • Da sovrallenamento, non confondetelo con il solo overtraining, cioè con un esagerazione della quantità di carico di lavoro, pensate anche quando un infortunio e causato da un allenamento svolto in maniera scorretta, non solo dal punto di vista quantitativo ma anche qualitativo, oppure da un allenamento programmato in maniera grossolana e senza tenere conto di tutti gli aspetti, questo può portare alla lunga ad un infortunio.

Gli attuali dati ci dicono che la maggior parte degli infortuni nel quale incappiamo più frequentemente sono da non contatto e da sovrallenamento.

Noi come allenatori, per prevenire questi eventi, dobbiamo pensare a molti aspetti: una corretta programmazione del lavoro,una corretta alimentazione dell’atleta, una buona idratazione, ecc… gli aspetti sono cosi tanti che nessun allenatore può pretendere di tenerli tutti sotto controllo, per questo penso che un team di allenatori in grado di valutare aspetti diversi del singolo atleta sia il modo migliore di poter prevenire spiacevoli inconvenienti.

Io non ho la pretesa di poter sapere di tutti questi aspetti, e per questo ringrazio questa iniziativa “ilCoach“, credo che l’incontro delle conoscenze possa essere l’unico luogo dove possa nascere quel sapere necessario ai nostri atleti per competere ad alto livello, non solo nazionale.

 

In questa sezione:

  • toccheremo più argomenti riguardanti problematiche frequenti in atletica leggera e metodologie di allenamento utilizzate al fine di prevenire gli infortuni;
  • parleremo dei possibili modi di misurare il rischio di infortuni o valutare i possibili campanelli d’allarme, e degli aspetti qualitativi che ogni allenamento richiede. Le evidenze scientifiche applicate sono l’unica cosa che può portarci a migliorare il servizio ai nostri atleti

 

A cura di Maurizio Tripodi

Ti è piaciuto? Condividilo...
0
Ti è piaciuto? Condividilo...
0

One thought on “Prevenzione degli infortuni in atletica leggera

Comments are closed.